Helloween – Cofanetto LP Starlight l’era Noise Records

Con l’occasione della grande reunion dello storico gruppo tedesco, la NOISE Oggi facente capo al gruppo BMG ha ristampato i primi lavori (1984-88) in cofanetto da collezione su vinili colorati trasparenti, qualcosa che un vero fan delle zucche più metal della storia non può assolutamente perdere.

 

Helloween – Starlight cofanetto – contenuto

Nel cofanetto di cartone molto ben costruito e robusto troviamo la ristampa del primo mini album omonimo “Helloween” su vinile trasparente rosso, “Walls of Jerico” su vinile trasparente arancione, il singolo “Judas” su vinile giallo trasparente, “Keeper of seven keys 1” su vinile trasparente porpora, “Keeper of seven keys 2” su vinile color metallo. A concludere il già eccellente materiale  “The Best The Rest The Rare” in un’edizione speciale doppio vinile verde trasparente e blu trasparente con incise delle tracce non presenti nella versione CD, decisamente molto interessanti per gli amanti delle zucche.

Nella confezione inoltre troviamo un poster con la band al completo anni 80 e e un tappetino per giradischi con l’immagine della zucca, logo classico della band, particolarmente divertente se abbinata con i vinili trasparenti.

 

 

Non ci sono molte indicazioni sulla stampa e i master o note di rilascio, le cover degli album sono una fedele riproduzione degli originali con l’aggiunta dei Credits per questa edizione. L’unica indicazione sul lavoro di mastering è una semplice scritta di Remastering 2015.
Per questo suppongo che i vinili siano stampati a partire da master digitali e non analogici, che a mio avviso senz’altro fatti con molta cura e in alta risoluzione perché il sound generale di tutti i dischi è eccellente.

L’unica nota particolarmente dolente da aggiungere ad un prodotto comunque così ben realizzato è il materiale dei manicotti (le buste interne di protezione dei dischi) che non garantiscono in alcun modo la protezione da elettricità statica, è stata un’impresa piuttosto ardua estrarre i dischi senza provocare danni tale la quantità di elettricità statica, erano come incollati. Consiglio a tutti gli appassionati di trattare prima dell’ascolto i vinili con un lavaggio con macchina lava dischi come la e poi utilizzare delle (i manicotti).

Helloween – Ride The Sky cofanetto – i dischi

Ora veniamo alla vera e propria recensione di questi classici del metal tedesco. Per chi non li ha mai sentiti sono un passaggio obbligatorio, gli amanti del Power Metal non possono mancarli perché sono stati proprio gli Helloween gli apripista per questo genere,

Helloween- il primo EP

Helloween Mini LP

Questo è il debutto delle zucche, 26 minuti di potenza, tecnica e melodia. È difficile immaginare un debutto per una giovane band migliore di questo nel 1984 questo EP arriva come una sberla in faccia.
Il disco apre con un brano assolutamente magnifico Starlight, una cavalcata acida e veloce, più che un brano una leggenda. Più che mai adeguato da dare il nome Starlight a questo cofanetto. Seguono Murderer, Warrior, Victim of Fate – altro brano leggendario, Cry For Freedom. Un inizio memorabile.

Helloween – Walls Of Jericho LP

Helloween - Walls Of Jericho

Questo è il primo LP dei tedeschi, pienamente in linea con lo stile e il sound del primo EP. Walls è un trionfo di Speed metal e l’apertura del disco non può essere delle migliori. Un album che si fa ascoltare tutto d’un fiato.
Musicalmente parlando è la perfetta collaborazione tra Hansen e Weikat. I due si dividono il lavoro di composizione e collaborano in molte tracce. Il primo brano Ride The Sky è uno di quei brani indimenticabili, musica e testo sono perfettamente fusi è un inno di libertà e di riscatto che più metal non si può. Seguono una serie di ottimi i brani nello stile delle zucche. Alla fine del disco troviamo altri due brani leggendari, Heavy Metal Is The Law, un vero inno soprattutto per Hansen che la sempre suonato dal vivo anche con i Gamma Ray e How Many Tears un brano dal testo impegnato e stupendo che ha sempre fatto parte del repertorio live della band.

Helloween – Judas Maxi singolo 12″

Helloween - Judas

Una volta era uso per le band emergenti che riscontravano successo far uscire dei singoli extra LP come questo singolo da 12″. Oltre al brano Judas, ci sono altre 2 tracce live su lato B, Ride The Sky Guardians. Le tracce sono registrate Live a Sportparadies Gelsenkirchen nel giugno ’86. Ecco qui c’è qualcosa di strano. Perché nel singolo originale erano appunto 2 tracce live mentre. in questa edizione sono”mixate” con le versioni studio. Francamente una scelta incomprensibile. Forse per problemi di diritti – la band è stata i causa con la NOISE quando passarono in EMI nel 1989.

Con Judas termina anche la prima fase dell’era Helloween, con Kai Hansen anche alla voce.

Helloween – Keeper Of Seven Keys 1 e 2

helloween - keeper-of-the-seven-keys Part 1

I due dischi di maggior successo delle zucche, una sorta di doppio album uscito in differita. Keeper Of The Seven Keys è indubbiamente un (doppio)disco che porta del nuovo nel campo del Metal mondiale. Fonte di ispirazione di centinaia di band da li a venire ci regala brani cult come; Egale Fly Free, la omonima Keeper Of The Seven Key, Halloween, Dr. Stein, I Want Out, Future world  e in realtà andrebbe messa l’intera tracklist perché non sbagliano un colpo in nessuno dei due album.

helloween - keeper-of-the-seven-keys Part 2

La voce pulita del subentrato 17enne Michael Kiske cambia i paradigmi del Metal. Da questo momento si può fare Heavy Metal cantando pulito e si può anche essere divertenti. Nasce un nuovo stile che influenzerà diverse generazioni di musicisti e Meta-Heads.

Helloween – The Best The Rest The Rare

Helloween - The Best The Rest The Rare 2LP

Normalmente direi che in un cofanetto come questo un disco “the best of” non ha molto senso. Però i bonus di questa riedizione di The Best The Rest The Rare in doppio LP merita assolutamente. La track list segue perfettamente l’uscita originale fino al lato B del primo LP I Want Out, Dr. Stein, Future World, Judas, Walls Of Jericho/Ride The Sky, Livin’ Ain’t No Crime, Save Us, Victim Of Fate, Savage, concludendo con Don’t run for cover. Il secondo LP presenta una serie di tracce rare e presenti solo parzialmente su b-side o singoli per il mercato giapponese. Ecco la track list: Halloween (radio edit), Starlight (re recorded, Kiske alla voce), Oernst Of Life (from death metal), Metal Invaders (death metal), Surprise Track (cazzeggio), Keeprs Of Seven Keys (remix). Decisamente interessante.

Helloween – Starlight cofanetto – conclusioni

Starlight è un cofanetto da avere. Non solo per gli appassionati Pumpkin-Head ma per tutti gli appassionati di Heavy Metal in genere e se non lo siete che lo diventerete ascoltandolo. Un complimento va anche espresso per la qualità eccellente della stampa, i vinili si presentano (elettricità statica esclusa) perfetti, suonano magnificamente senza alcuna imperfezione. Devo ammettere, sono tra i migliori vinili che abbia mai avuto il piacere di far girare nel giradischi. Ho letteralmente contato sulle dita di una mano i “pop” e non per singolo disco ma per tuti e 7.

Riepilogo Cofanetto Vinili Helloween Starlight

1 Mini LP
3 Album
1 Doppio LP The Best
1 Maxi Singolo 12″
Poster della band nella formazione ’87 / ’88 e tappetino per giradischi con logo zucca

Prezzo tra 110-130 € Verifica qui le offerte.

Sito band: www.helloween.org

Helloween - Starlight

110-130 €
9

Stampe

9.0/10

Bonus Track

9.0/10

Fattore LP

9.0/10

wp_1696275 Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *