Debut Carbon Recordmaster HiRes

Recensione Debut Carbon RecordMaster HiRes

Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes – Ripping In alta Definizione

Se il ripping del vinile è una parte importante della tua esperienza musicale, devi dare un’occhiata a questo giradischi. La redazione di musicaesuono.it recensisce il Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes…

 

 

Debut Carbon Recordmaster HiRes

 

 

A meno che tu non abbia la possibilità di ascoltare i nastri dei master originali, il disco in vinile offre il suono di migliore al momento… nel mondo… senza eccezioni, da sempre… Indipendentemente dalla qualità del file digitale con il quale tu voglia fare il paragone.

Non c’è possibilità di sopravvivenza per i CD che perdono sotto ogni aspetto contro la musica liquida di qualità ma sopratutto contro la qualità audio dei cari vecchi dischi di vinile.
Ma nel frattempo a pratica di “rippare” i vinili in digitale sta diventando sempre più popolare.

I limiti del vinile

Bisogna però ammettere che esiste un limite abbastanza importante del disco nero, la sua non portabilità. Se vuoi ascoltare il tuo album preferito in giro, nella tua auto o qualunque altra situazione dovrai per forza registrarlo su un altro supporto. Un tempo si usavano le cassette, nastri magnetici dal suono ovattato e pieno di fruscii. Oggi esistono solo lettori di musica liquida (file) e spesso questi sono smartphone o software per PC e Mac.

La soluzione – Debut Carbon RecordMaster HiRes

Semplice, un disco in vinile “rippato” in digitale. Questa non è solo una possibilità, ma anche un’opzione desiderabile, perché puoi controllare il processo e, in confronto ai file provenienti dai download dei digital store o ancor peggio dai servizi di  streaming, puoi produrre dei file di qualità molto più elevata.

Ad essere sinceri, quell’ultimo punto è stato, finora, un po’ dolente perché rippare i vinili ha fondamentalmente due problemi, la risoluzione finale relativamente scarsa, causata da convertitori Analogico-Digitale a bassa risoluzione (normalmente 16Bit 48Khz) e la qualità della fonte, spesso rappresentata da giradischi un po’ troppo economici.

 

 

 

 Giradischi Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes

 

 

Cosa propone Pro-Ject


Pro-Ject
ha risolto questo problema e ha concepito un pacchetto completo per il ripping che oltre a offrire la possibilità di produrre file ad alta risoluzione fornendo anche una fonte analogica di alta qualità. Quest’ultimo punto è molto importante.

Migliore è la sorgente analogica, il giradischi, migliore sarà la qualità finale del file. Per farla facile un file prodotto da un giradischi da 500 EURO sarà migliore di uno prodotto con da un giradischi da 250 EURO.

Il cuore del Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes è un giradischi a tre velocità (33.33, 45 e 78rpm), basato sulla piattaforma del con un piatto acrilico migliorato e un braccio in carbonio da 8.6 ” e dotato di testina .

Già la sola “sezione analogica” ne fa un giradischi di tutto rispetto ma questo non è solo un giradischi Pro-Ject c’è molto di più.

 

 Giradischi Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes

 

ADC e connettività del RecordMaster HiRes

Al giradischi è incorporato un convertitore analogico-digitale (ADC) collegabile a Mac e PC tramite cavo USB o ad altri dispositivi tramite cavo ottico S/PDIF. L’ADC è a 32-bit prodotto della Asahi Kasei Microdevices modello AK5552VN che supporta la registrazione di file in formato PCM fino a 24 bit / 192kHz o in DSD 128. Il giradischi è dotato di due coppie di prese RCA, Line In per collegare e registrare lettori di ogni genere e anche una Line Out per la connessione diretta ad un amplificatore senza passare per il Phono Stage. Ma la dotazione di connessioni non si esaurisce e un interruttore converte l’ingresso Line in uscita Phono, così da poterlo collegare a pre Phono o amplificatori con il suddetto ingresso. La dotazione comprende anche una manopola Record Level per regolare il volume di registrazione e un connettore per la messa a terra.

 

 Giradischi Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes

 

L’amplificatore phono è stato appositamente progettato per il RecordMaster HiRes ed è stato ottimizzato per l’uso con le testine a magnete mobile (MM).
Nella confezione troviamo anche una copia di VinylStudio per Mac e PC che è un ottimo software per registrazione e la ripulitura delle registrazioni.

 

 Giradischi Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes

 

La prova del RecordMaster HiRes

In termini di qualità del suono non mi dilungherò molto, da solo, il giradischi non rispecchia perfettamente un giradischi Debut ma rimane leggermente al disotto per “finezza” dei dettagli. Ma sono oggettivamente mie pignolerie, nel test tutte le frequenza vengono riprodotte in modo naturale e con grande precisione. Alla fine rimane superiore a tutti i modelli della stessa fascia di prezzo e non c’è nulla da eccepire sulle capacità di riproduzione musicale di questo eccellente giradischi.
Un difetto nella costruzione per altro eccellente è rappresentata dalla mancanza di piedini regolabili, che vuol dire che la base d’appoggio dovrà essere in bolla, ma oltre questo problema di piedi non si riscontrano difetti nella costruzione o nel progetto.

 Giradischi Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes

Prova di rip da vinile

Ora la parte che più mi interessava della Recensione Debut Carbon RecordMaster HiRes è proprio quella di poter fare il rip dei vinili in alta risoluzione. Ho provato da subito la registrazione in formato DSD 64/128 e FLAC 24-bit / 192kHz perché indubbiamente i più interessanti e tralasciato volutamente qualsiasi altro formato al disotto di questi standard. Ho eseguito il test su alcuni dischi per me di riferimento, coprendo i generi classica, prog-rock, jazz e heavy metal. Il risultato è stato identico per ogni disco, un suono pieno, aperto e dettagliato in particolare sulle medie frequenze. Il basso sempre preciso e musicale, potente in giusta misura e nei giusti momenti.

Ecco con cosa lo abbiamo testato:

Avrei preferito maggiori dettagli in alcune parti di musica classica dove sono presenti strumenti con volume più basso ma sono piccole sfumature, la qualità del suono è sempre stata bilanciata e neutra.
Una performance generale sempre costante. L’ascolto è stato eseguito tramite collegato ad un amplificatore integrato e ovviamente alle mie fedeli . Nonostante attrezzatura non da audiofilo il risultato d’ascolto dei file è stato esaltante.

 Giradischi Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes

Conclusioni della Recensione Debut Carbon RecordMaster HiRes

Spesso i costruttori di giradischi, Pro-Ject inclusa, prendono un giradischi economico, magari non il più scadente, e ci infilano dentro un pre phono e un ADC di basso livello. In questo caso in Pro-Ject hanno realizzato un prodotto di grande qualità pensato e costruito perfettamente.

al momento rappresenta lo standard di riferimento del giradischi con usb per la registrazione digitale, aspetteremo incuriositi la reazione della concorrenza che al momento sembra ben distante.


Specifiche tecniche

Velicità 33, 45 / 78 (cambio elettronico/manuale)
Trasmissione Cinghia
Piatto 300mm in acrilico
Trasmissione principale Acciaio in alloggiamento di bronzo
Oscillazione e beccheggio 33: ±0.19% 45: ±0.17%
Tolleranza di rotazione 33: ±0.6% 45: ±0.7%
Braccio 8.6”, Carbonio
Lunghezza del braccio effettiva 218.5 mm
Altezza 18.5mm
Tracking force 10 – 30mN
A/D Converter Asahi Kasai Microdevices, AK5552VN
Consumo 7.4 watt max / < 0.5 watt standby
Frequenza di campionamento PCM fino a 192kHz e DSD128
Uscite Line (RCA), S/PDIF optical & USB-B (USB 2.0)
Ingressi Line In (RCA)
Accessori inclusi Alimentatore 15 volts DC, coperchio antipolvere
Compatibilità elettrica 110/120 or 230/240 Volt – 50 or 60 Hz
Dimensioni 415 x 118 x 320mm (WxHxD)
Peso 4.9 kg

Pro-Ject Debut Carbon RecordMaster HiRes

Tra €400 - €600
9.4

Costruzione

9.0/10

Suono

9.0/10

Dotazione

9.0/10

Semplicità

10.0/10

Prezzo/Qualità

10.0/10

Pro

  • Registrazione Hi Res
  • Semplicità d'uso
  • Qualità audio
  • Prezzo

Contro

  • Piedini non regolabili

wp_1696275 Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *